•   amministrazione@romanoassociati.it
  •  +39 081 520 3316

 

Tra gli incentivi all’assunzione in vigore per il 2017 quello che appare maggiormente interessante è il Bonus occupazione SUD rivolto alle Regioni “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) o “in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna).

L’incentivo è rivolto a

tutti i datori di lavoro privati (imprese e professionisti) che assumono personale (l’assunzione non deve scaturire da un obbligo di natura legale o contrattuale).

L’incentivo spetta per l’assunzione di persone disoccupate

cioè i soggetti privi di impiego che dichiarino la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l’impiego.

Per i giovani che abbiano un’età compresa tra i 16 e i 24 anni lo stato di disoccupazione rappresenta l’unico requisito soggettivo richiesto ai fini dell’accesso al beneficio.

Per i lavoratori con almeno 25 anni di età, invece, al momento dell’assunzione, oltre a essere disoccupati, devono risultare privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, ai sensi del Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 20 marzo 2013 (cioè chi, nei sei mesi precedenti l’assunzione agevolata, non ha prestato attività lavorativa riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato della durata di almeno sei mesi ovvero chi ha svolto attività di lavoro autonomo o parasubordinato dalla quale derivi un reddito inferiore al reddito annuale minimo escluso da imposizione).

Il lavoratore nei sei mesi precedenti l’assunzione non deve aver avuto un rapporto di lavoro subordinato con lo stesso datore di lavoro (requisito escluso nelle ipotesi di trasformazione dei rapporti a tempo indeterminato).

Sono incentivate

le assunzioni, anche part time, o le trasformazioni a tempo indeterminato - anche in somministrazione - nonché i rapporti di apprendistato professionalizzante effettuate tra il primo gennaio 2017 ed il 31 dicembre 2017. 

Riguardo alle trasformazione in rapporti a tempo indeterminato dei rapporti a termine non è richiesto il possesso del requisito di disoccupazione di cui all’art. 2, comma 2, del decreto direttoriale n. 367/2016 e neanche il rispetto dell’ulteriore requisito dell’assenza di rapporti di lavoro negli ultimi sei mesi con lo stesso datore di lavoro (cfr. art. 2, comma 3, decreto direttoriale n. 367/2016).

In favore dello stesso lavoratore l’incentivo può essere riconosciuto per un solo rapporto.

Misura dell’incentivo

L’incentivo è fruibile in dodici quote mensili dalla data di assunzione/trasformazione del lavoratore e riguarda i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro nella misura massima di 8.060,00 euro su base annua per ogni lavoratore assunto (la soglia massima di esonero della contribuzione datoriale è riferita al periodo di paga mensile ed è pari a euro 671,66 cioè euro 8.060,00/12).

L’incentivo è subordinato al rispetto delle seguenti condizioni:

alla regolarità prevista dall’articolo 1, commi 1175 e 1176, della legge 296/2006, inerente:

  • all’adempimento degli obblighi contributivi;
  • all’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
  • al rispetto, fermi restando gli altri obblighi di legge, e dei CCNL;
  • all’applicazione dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione stabiliti, da ultimo, dall’articolo 31 del decreto legislativo n. 150/2015.

Procedimento di ammissione all’incentivo.

Allo scopo di consentire al datore di lavoro di conoscere con certezza la disponibilità delle risorse il datore di lavoro, prima di effettuare l’eventuale assunzione o trasformazione, deve inoltrare all’INPS il modulo di istanza on-line “B.SUD”, disponibile all’interno dell’applicazione “DiResCo - Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sul sito internet www.inps.it.

L’incentivo sarà autorizzato dall’Inps in base all’ordine cronologico di presentazione delle istanze.

Il datore di lavoro la cui istanza di conferma verrà accolta riceverà l’indicazione – all’interno dello stesso modulo di conferma dell’istanza – della misura massima dell’incentivo spettante che dovrà essere fruito in dodici quote mensili, ferma restando la permanenza del rapporto di lavoro.

L’incentivo dovrà essere fruito mediante conguaglio/compensazione operato sulle denunce contributive.

Norme di riferimento dell'incentivo Bonus Occupazione Sud:

Se sei un'azienda o un professionista interessato contattaci.

Pubblicato in Blog

I tirocini formativi e di orientamento rappresentano un incentivo per le aziende ed una opportunità per i giovani

Il tirocinio formativo e di orientamento, detto anche stage, è promosso in favore di coloro che hanno già assolto il diritto-dovere di istruzione e formazione, e consiste in una esperienza di lavoro e di formazione che mira ad agevolarne l'inserimento o il reinserimento nel mercato del lavoro attraverso un'esperienza professionale presso un'azienda, un ente pubblico o uno studio professionale.
Nell'attuale contesto di riduzione degli incentivi alle assunzioni il tirocinio è uno strumento estremamente vantaggioso per le imprese utilizzabile per la selezione del personale in vista di eventuali assunzioni. Esso infatti non si configura come un rapporto di lavoro, non prevede una retribuzione, né l'obbligo di assunzione finale del tirocinante bensì l'obbligo di corrispondere al tirocinante un'indennità di partecipazione il cui importo minimo è fissato dal Regolamento della Regione Campania n.7/2013 in € 400 mensili. L'indennità di partecipazione ha natura fiscale di reddito assimilato al reddito di lavoro dipendente ma non è soggetta a contribuzione previdenziale.
Al termine del tirocinio l'azienda è tenuta solo a certificare l'esperienza svolta dal tirocinante, che può avere valore di credito formativo.
Il soggetto ospitante assicura il tirocinante contro gli infortuni sul lavoro presso l'INAIL, nonché per la responsabilità civile presso una compagnia assicurativa operante nel settore.
Per il giovane costituisce un'occasione di conoscenza diretta del mondo del lavoro, oltre che di acquisizione di una specifica professionalità, che gli permette di verificare se vi è affinità tra la propria preparazione e la posizione a cui si aspira, apprendendo sul campo le competenze necessarie al lavoro che si vorrebbe fare e percependo, tra l'altro, un'indennità di partecipazione.
I tirocini di cui stiamo parlando, che non si svolgono nell'ambito di un percorso formale di istruzione secondaria o universitaria o di un corso di formazione professionale, sono definiti tirocini extracurriculari e sono una misura di politica attiva del lavoro che consiste in un periodo di formazione con inserimento in un contesto produttivo e di orientamento al lavoro svolto presso datori di lavoro pubblici o privati.
L'attivazione di un tirocinio richiede la predisposizione e la sottoscrizione di una convenzione tra un soggetto promotore da individuarsi fra quelli autorizzati dalla normativa (centri per l'impiego, università, istituzioni scolastiche statali e non, cooperative sociali, ecc) e un soggetto ospitante (l'azienda che ospiterà il tirocinante) corredata di un progetto formativo e di orientamento che indichi gli obiettivi, i tempi e le modalità di svolgimento del tirocinio.
La percezione dell'indennità di partecipazione non comporta la perdita dello stato di disoccupazione eventualmente posseduto dal tirocinante.
I tirocini possono essere promossi anche a favore degli immigrati nell'ambito dei decreti flussi (previsti dall'articolo 27, lettera f), Testo Unico 286 del 1998).
La durata massima del tirocinio varia a seconda del beneficiano ed è così stabilita:
4 mesi - per studenti di scuola secondaria
6 mesi - per inoccupati o disoccupati ivi compresi i lavoratori in mobilità, per allievi di istituti professionali di Stato, di corsi di formazione professionale, studenti frequentanti attività formative post-diploma o post-laurea (anche nei 18 mesi successivi al conseguimento del titolo corrispondente alla formazione seguita)
12 mesi - per studenti universitari (inclusi studenti di corsi di diploma universitario, dottorati di ricerca, scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione, nonché scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione post-secondari anche non universitari, anche nei 18 mesi successivi al conseguimento del titolo corrispondente alla formazione seguita)
12 mesi - per persone svantaggiate ai sensi della legge 381/91
24 mesi - per disabili
Il numero massimo di tirocini attivabili contemporaneamente
è correlato al numero di lavoratori dipendenti a tempo indeterminato in forza presso il soggetto ospitante:
a) per i soggetti ospitanti che hanno un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso fra uno e quattro, massimo 1 tirocinante;
b) per i soggetti ospitanti che hanno un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso fra cinque e otto, massimo 2 tirocinanti;
d) per i soggetti ospitanti che hanno un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso fra nove e dodici, massimo 3 tirocinanti;
e) per i soggetti ospitanti che hanno un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso fra tredici e sedici, massimo 4 tirocinanti;
f) per i soggetti ospitanti che hanno un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso fra diciassette e venti, massimo 5 tirocinanti;
g) per i soggetti ospitanti che hanno oltre venti dipendenti a tempo indeterminato, un numero di tirocinanti a partire da sei non superiore al 20 per cento dell'organico a tempo indeterminato.

Se sei un'azienda o un professionista interessato all'attivazione di un tirocinio contattaci.

Pubblicato in Blog

logo bottom

Lo Studio Romano@ssociati

...rappresenta l’evoluzione dello studio tradizionale di dottore commercialista e propone ad aziende di ogni dimensione un’offerta completa di consulenza fiscale e societaria.

Contatti

Via Vincenzo Gioberti, 5
80011 - Acerra (Na)

+39 081 520 3316

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

dalle 9.00 alle 18.00

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili. Continuando la navigazione ne acetti l'utilizzo.